Darsana Teranga

Associazione Culturale no-profit

logo-[Convertido]

PROGRAMMA 2014-2020

Il Programma “Europa per i Cittadini 2014-2020” mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea, proponendosi di colmare la distanza dalle istituzioni europee.

 

La Commissione Europea DG – Communication è responsabile dell’attuazione del Programma. In particolare ne stabilisce il bilancio, i temi prioritari, gli obiettivi e definisce i criteri di selezione dei progetti.

 

La Commissione si avvale dell’Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA), per l’attuazione pratica della maggior parte delle azioni del Programma.

 

L’EACEA è responsabile anche degli ECPs – Europe for Citizens Points, strutture nazionali stabilite nei paesi partecipanti al Programma che si occupano di una diffusione mirata e capillare delle informazioni sul Programma Europa per i Cittadini, supportando i potenziali beneficiari delle sovvenzioni.

 

Obiettivi generali e specifici del programma “Europa per i cittadini”

 

Gli obiettivi generali servono a contribuire a:

  •  

  •        contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione Europea e della diversità culturale che la caratterizza;

  •        promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione Europea.

 

Gli obiettivi specifici del Programma sono:

  •  

  •       sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell’Unione Europea, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti

  •        incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello di Unione, permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell’Unione e creando condizioni adeguate per favorire l’impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.

 

I progetti devono avere i suddetti obiettivi e inoltre promuovere il dialogo interculturale, caratterizzarsi per una forte dimensione europea, includendo, ove possibile, attività di volontariato, che costituiscono difatti una dimostrazione concreta di cittadinanza europea attiva.

 

Struttura del Programma “Europa per i cittadini”

 

I progetti possono tenere presenti le seguenti priorità stabilite per il 2015.

 

Strand 1 – Memoria Europea

 

Scadenza per la presentazione delle candidature:

 

2 marzo 2015

I progetti possono avere inizio tra il 1 agosto 2015 e il 31 gennaio 2016

 

Strand 2 – Impegno democratico e partecipazione civica

Lo Strand 2: Impegno democratico e partecipazione civica si compone di 3 sotto-misure:

  •  

  •    Gemellaggio fra città

  •    Reti di città

  •    Progetti della società civile

 

Scadenza per la presentazione delle candidature per le sotto-misure riguardanti il Gemellaggio fra città e Reti di Città:

 

2 marzo 2015

I progetti possono avere inizio tra il 1 maggio 2015 e il 31 marzo 2016

 

1 settembre 2015

I progetti possono avere inizio tra il 1 gennaio 2016 e il 30 settembre 2016

 

Scadenza per la presentazione delle candidature per le azioni riguardanti i Progetti della società civile:

 

2 marzo 2015

I progetti possono avere inizio tra il 1 agosto 2015 e il 31 gennaio 2016

 

In tutti i casi, l’ora entro cui è necessario presentare le candidature sono le ore 12:00.

 

—————————————-

 

Le scadenze fissate per la presentazione delle domande di candidatura potrebbero subire modifiche e posticipi.

 

Consultare periodicamente il sito www.europacittadini.it

 

Punto di Contatto Nazionale per il Programma “Europa per i cittadini”

 

Guida al Programma vers.  ITA

europa para los ciudadanos

Europa per i cittadini 2014 - 2020